Abruzzo... speriamo non come l'Irpinia. Stampa
Martedì 14 Aprile 2009 00:34
L'Abruzzo è solo un motivo in più per continuare la nostra denuncia cominciata circa un anno fa con la messa in scena dello spettacolo teatrale "90 secondi, dopo" sul tragico terremoto del 23 novembre 1980 che colpì l'Irpinia e la Basilicata.
La terra trema, le case crollano, la gente muore.
In una terra sismica, ieri come oggi, è l'unica cosa che a quasi trent'anni da quella data non è cambiata.
Come già nelle passate rappresentazioni, anche le prossime date avranno uno scopo benefico.
L'Associazione si impegna a devolvere l'intero ricavato delle prossime rappresentazioni in favore delle popolazioni Abruzzesi.
Ultimo aggiornamento Sabato 25 Aprile 2009 15:48